La relazione tra osteopatia ed ortopedia è molto stretta anche se le due discipline prendono le mosse da basi teoriche differenti.
Con il trattamento osteopatico possono essere affrontate svariate problematiche a carico della colonna vertebrale, degli arti inferiori e superiori determinati da una cattiva postura, disequilibri strutturali ma anche traumi.

L’accumulo di muco all’interno del condotto uditivo si può rendere responsabile dell’insorgenza di  problematiche di drenaggio come otiti ricorrenti, riniti vasomotorie e sinusiti che possono comportare la comparsa di malattie di differenti entità a carico di gola naso e orecchie.

L’osteopatia pediatrica è una tecnica che mira alla cura di patologie del bambino di vario genere. Nell’età infantile non sono rare infatti problematiche a livello ortopedico, principalmente a carico degli arti inferiori e superiori, ma anche della schiena, spesso originate da traumi o cattiva postura.

La salute dei denti e molte delle problematiche a carico di questi ultimi sono strettamente correlati al concetto di occlusione dentale. Con questo termine ci si riferisce all’allineamento dei denti e più nello specifico alla relazione anatomica tra mandibola e mascella. Una mal occlusione può rendersi responsabile di svariati disturbi a carico dell’articolazione temporo-mandibolare, un’articolazione unica nel suo genere all’interno del corpo.

L’osteopatia neonatale è una tecnica in costante evoluzione e diffusione nella risoluzione di problematiche derivanti da gestazioni e parti traumatici e difficili. Il cranio al momento della nascita agevola le spinte del travaglio mediante alcuni micro movimenti che le ossa ancora non del tutto formate del capo possono assecondare.

La disciplina osteopatica, essendo in grado di agire sul sistema neurovegetativo, si rivela determinante anche nel trattamento di disturbi della sfera emotiva quali ansia, panico, stress e problemi derivanti da traumi emozionali.

Le viscere, quindi anche l’utero, le tube e le ovaie e la loro motilità e mobilità, sono fortemente dipendenti dal ritmo endogeno e come tali possono essere trattate dall’osteopata. Le tensioni del pavimento pelvico ad esempio possono portare a tensioni addominali, dell’utero, alla mobilità del coccige e al dolore durante i rapporti sessuali. Questi disturbi possono essere affrontati mediante il trattamento osteopatico.

Il trattamento osteopatico rivolto ai ai soggetti che fanno della voce il loro principale mezzo di lavoro, sia che essa sia cantata o parlata, trova indicazione non solo nella prevenzione e cura delle lesioni acquisite (come ad esempio i noduli, i polipi o l’edema di reinke), ma anche e soprattutto in quelle situazioni in cui il professionista della voce vuole migliorare la propria vocalità.

Proprio per la strettissima relazione esistente tra sistema strutturale e organismo, l’osteopatia si rivela un’ottima strategia terapeutica nell’approccio a svariate patologie di organo.

L’osteopatia si rivela utile nel trattamento di problematiche a carico della colonna vertebrale come ernie e protrusioni. Essa agisce sulle disfunzioni della colonna vertebrale che originano le discopatie lavorando sull’organismo e mirando quindi a risolvere/migliorare la problematica.

Studio di Osteopatia di Augusto Maria Benigni - Viale del Ciclismo 10 - Piano 5 - 00144 Roma, +39.06.87.675.187 320.3468634 ambenigni@gmail.com