Le viscere, quindi anche l’utero, le tube e le ovaie e la loro motilità e mobilità, sono fortemente dipendenti dal ritmo endogeno e come tali possono essere trattate dall’osteopata. Le tensioni del pavimento pelvico ad esempio possono portare a tensioni addominali, dell’utero, alla mobilità del coccige e al dolore durante i rapporti sessuali. Questi disturbi possono essere affrontati mediante il trattamento osteopatico.


- Osteopatia e gravidanza, pre e post partum
La disciplina osteopatica si rivela utile anche in un periodo delicato come quello della gravidanza. Durante la gestazione il trattamento è rivolto sia alla mamma che al feto allo scopo di accogliere quest’ultimo in un ambiente confortevole e, per la gestante, al fine arrivare a fine percorso senza complicazioni per favorire un parto naturale.
Dopo il parto, sia che esso sia avvenuto naturalmente ma anche dopo un intervento chirurgico, la disciplina è indicata per il trattamento di traumi del sacro e problemi di mobilità costale e problematiche diaframmatiche (sfera emotiva) che possono ripercuotersi sull’apparato digerente (ad esempio la stitichezza) della madre ma anche determinare difficoltà nell’allattamento in caso di parto naturale.
Dopo un parto cesareo, sopratutto nei parti successivi al primo, il trattamento osteopatico si rivela essenziale per l’eliminazione di eventuali aderenze che possono compromettere la motilità di utero e intestino e nella prevenzione dell’incontinenza urinaria.

Studio di Osteopatia di Augusto Maria Benigni - Viale del Ciclismo 10 - Piano 5 - 00144 Roma, +39.06.87.675.187 320.3468634 ambenigni@gmail.com